Fertilità, i test dell’ovulazione

0

Quando nella vita di una donna arriva il momento di avere un bambino, è molto utile saper individuare quali sono i giorni fertili per avere più probabilità di rimanere incinta in tempi brevi. Per questo è importante conoscere bene il proprio corpo, i segnali che ci manda e che ci possono aiutare ad individuare con estrema facilità il nostro periodo fertile. 

A volte però si ha fretta di mettere in cantiere un bimbo e per far ciò potrebbe essere molto utile prendere in considerazione i test di fertilità che stabiliscono con una buona dose di precisione i giorni “giusti” per avere rapporti sessuali in previsione di una eventuale gravidanza.

Ma come funzionano questi test di fertilità? Essi si basano sulla valutazione della presenza o assenza degli ormoni responsabili dell’ovulazione. I test  individuano con precisione i giorni che corrispondono all’ovulazione e di conseguenza il periodo di massima fertilità. I test di fertilità possono essere acquistati in qualsiasi farmacia. Essi sono dei piccoli dispositivi elettronici muniti di un piccolo computer interno in grado di analizzare gli ormoni presenti nelle urine. E’ possibile trovare in commercio test di ovulazione di diversi tipi tra cui quelli digitali e computerizzati.

I test hanno in dotazione una serie di stick usa e getta che servono per esaminare le urine. E’ sufficiente versare qualche goccia di urina sullo stick o più semplicemente riempire un bicchierino di urine ed immergervi lo stick. Esso viene poi inserito nel dispositivo, il quale effettua una rilevazione chimica della presenza di due ormoni, l’E3G e l’ormone luteinizzante che è causa dell’ovulazione. L’apparecchiatura memorizza mensilmente la presenza di questi ormoni. In questo modo ogni giorno viene segnalato il grado di fertilità grazie all’accensione di spie colorate.

Alcuni stick si possono usare anche senza computerino. Infatti in questo caso lo stick è formato da due parti: la prima visualizza il risultato mentre l’altra è formata da un tampone coperto da un tappo.
Nella parte che visualizza il risultato possono apparire delle linee:

  • la linea destra legge l’intensità dell’ormone LH, che è quello che fa scoppiare il follicolo. Maggiore è la concentrazione di LH più marcata sarà la linea.
  • la linea sinistra legge l’intensità dell’estradiolo: più questo ormone è concentrato minore sarà la visibilità della linea sinistra.

Vicino all’ovulazione la destra sarà molto visibile, la sinistra affatto.

L’utilizzo è simile al precedente: dopo aver tolto il tappo, si può urinare direttamente sul tampone oppure raccogliere le urine in un contenitore e immergervi il tampone per qualche secondo. Richiudere il tampone e appoggiare lo stick su un piano orizzontale. Appariranno delle linee:  quando la linea destra sarà molto più marcata  della sinistra (visibile o assente), l’ovulazione è prossima. Solitamente questo test viene seguito con le urine del mattino.

 

 

Share.

About Author

Il nostro team è composto da professionisti del mondo della comunicazione e dell'informazione che lavorano insieme ogni giorno per trovare notizie, approfondimenti e novità che possano essere interessanti per i lettori di tutta la nostra rete di siti internet.

Leave A Reply