Parto naturale o parto cesareo?

0

cesareo o parto naturale

In alcune occasioni il parto cesareo è necessario e può salvare delle vite. Però non sempre è indispensabile. Negli anni ’70 la percentuale dei parti cesarei era al 7%, oggi è salita al 30%.

Chi prende la decisione di quale tipo di parto effettuare?

Generalmente la decisione di che tipo di parto praticare spetta al ginecologo che ci ha seguito per tutta la durata della gravidanza. Il medico prenderà la sua decisione in base alla storia clinica della futura mamma, l’esistenza di parti precedenti e il tipo di struttura ospedaliera dove si andrà a partorire.

Il ginecologo potrebbe optare per il parto cesareo anziché un parto naturale. per i seguenti motivi:

Ragioni legate al bambino

  • Anomalie nello sviluppo del feto, come idrocefalia o spina bifida
  • Ritmo cardiaco anomalo nel feto
  • Posizione nomala del feto all’interno dell’utero, come nel caso di un parto podale
  • Parto multiplo

Ragioni legate alla madre

  • Infermità materna estrema, come nel caso di problemi cardiaci ad esempio
  • Infezione materna da HIV
  • Precedenti interventi chirurgici all’utero, come ad esempio un cesareo precedente
  • Problemi insorti durante il travaglio o il parto
  • Travaglio prolungato
  • Bimbo eccessivamente grosso
  • La testa del bebè è eccesivamente grossa da non passare attraverso il bacino della madre
  • Problemi con la placenta o il cordone ombelicale
  • Prolasso del cordone ombelicale (il cordone ombelicale fuoriesce dal collo uterino )
  • Placenta previa o staccatasi prematuramente dalla parete uterina
  • Infezione in atto da Herpes genitale

Rischi

Il parto cesareo ha raggiunto alti livelli di sicurezza. Le probabilità di rischi legati al parto cesareo sono molto basse. Ciò nonostante, è sempre meglio tener presente che esistono alcuni rischi relazionati a questo intervento che sono più alti per un cesareo rispetto ad un parto naturale.

I rischi sono da imputare principalmente all’anestesia (allergie e problemi respiratori), all’operazione chirurgica (sanguinamento, infezioni), alle infezioni (della vescica o dell’utero) e alle lesioni (lesioni del tratto urinario, del bebè).

Le donne che hanno partorito col cesareo, spesso possono avere un normale parto vaginale nelle gravidanze successive, dipende dal tipo di cesareo effettuato e dal motivo per cui è stato praticato. In generale, due terzi delle donne che partoriscono naturalmente copo un cesareo hanno avuto esito positivo. Ciò nonostante si ha un lieve rischio di rottura uterina associato a questa pratica che può mettere in pericolo la vita della mamma e del bebè. E’ importante discutere i rischi e i benefici di entrambe le scelte col vostro ginecologo di fiducia.

Share.

About Author

Il nostro team è composto da professionisti del mondo della comunicazione e dell'informazione che lavorano insieme ogni giorno per trovare notizie, approfondimenti e novità che possano essere interessanti per i lettori di tutta la nostra rete di siti internet.

Leave A Reply