Sono incinta, il seno cambia

0

La gravidanza ha inizio e sin dai primi giorni notiamo dei cambiamenti. Per prima cosa il seno inizia a trasformarsi: aumenta anche di due taglie, è più turgido e anche un po’ dolorante. A volte si scopre di essere in stato interessante ancor prima dell’assenza delle mestruazioni o del del test di gravidanza proprio grazie al fatto che il seno si ingrossa, dà “fastidio” ed il capezzolo acquista una sensibilità maggiore.

Perché? Che cosa succede all’interno del nostro corpo?

La seno è una ghiandola chiamata ghiandola mammaria. Potrebbe essere rappresentata come un fiore con tanto di corolla. Al centro si trova una struttura definita tubulare, ovvero dei piccoli canali che fuoriescono al centro del capezzolo, e tutt’intorno, posti a corona, si trovano circa 20 ‘petali’  (lobuli). I lobuli sono posti all’interno del tessuto adiposo che caratterizza il seno stesso.

Nel primo trimestre della gravidanza, i dotti galattofori (quelli che trasporteranno il latte) e i lobuli cominciano ad ingrossarsi, a causa degli ormoni in circolazione, soprattutto gli estrogeni. Questo è dovuto anche ad altri tipi di ormoni come ad esempio il progesterone, la prolattina (l’ormone che stimolerà la produzione di latte), l’ACTH (che stimola il surrene), l’ormone della crescita e altre sostanze. Inoltre, nel tessuto interstiziale giungeranno cellule nuove come i linfociti ed gli eosinofili.

Nel secondo trimestre si noterà ancora maggiormente il cambiamento di volume del seno, in quanto i lobuli aumenteranno ancora e inizierà a formarsi un liquido molto simile al  colostro, i dotti galattofori si dilateranno e si formeranno un maggior numero di alveoli. Quest’ultimi, cominceranno a produrre il vero e proprio colostro, verso la fine della gravidanza. A tutto ciò si deve aggiunge anche l’aumento del flusso sanguigno nel micro-circolo delle mammelle.

Infine, si intensifica il colore dell’areola e del capezzolo, si notano di più le vene presenti sul seno, la pelle è visibilmente più disidratata e lucida ed a volte compaiono smagliature rossastre. Se si palpa il seno, si possono notare aree più ricche di ghiandole, mentre se si spreme il capezzolo potrebbe uscire un liquido di colore biancastro. Niente paura, è tutto nella norma. Il seno si sta preparando ad allattare il piccolo che nascerà.

 

 

Share.

About Author

Il nostro team è composto da professionisti del mondo della comunicazione e dell'informazione che lavorano insieme ogni giorno per trovare notizie, approfondimenti e novità che possano essere interessanti per i lettori di tutta la nostra rete di siti internet.

Leave A Reply